Bookmark and Share

Articoli

Zuppa di cicerchie e farro

  • 200 gr cicerchie (precedentemente ammollate tutta la notte in acqua e una puntina di bicarbonato)
  • 200 gr farro
  • 1 carota, 1 cipolla
  • 100 gr guanciale a striscioline
  • 1l ½ brodo vegetale
  • Olio evo, sale e pepe qb

 

Soffriggere in olio la cipolla tritata insieme a dadini di carota per 10 min, aggiungere il guanciale e far insaporire. Unire il farro lavato e sciacquato e far tostare 2 min. dopodiché aggiungere anche le cicerchie scolate dall’acqua di ammollo.

Coprire con brodo caldo e lasciar cuocere a fuoco lento per almeno 1h ½ aggiungendo brodo caldo se la minestra si dovesse asciugare troppo. Aggiustare di sale e pepe.

A fine cottura lasciar riposare 10 min prima di impiattare, servire con un buon olio evo toscano.

 

Garganelli con speck

 

  • 300 gr di pasta tipo garganelli all’uovo
  • 100 gr speck tagliato a fette spesse
  • 150 gr funghi champignon
  • 50 gr porro
  • 1 spicchio di aglio
  • 10 gr prezzemolo
  • 4 cucchiai olio evo
  • 40 gr formaggio parmigiano grattugiato
  • sale e pepe qb

 

Pulire gli champignon, lavarli e tagliarli a fettine.

Pulire il porro e tagliarlo a rondelle, sbucciare lo spicchio di aglio e rosolare entrambi  in olio evo.

Tagliare lo speck a fiammiferi sottili ed unirlo al porro e all’aglio, far insaporire per 2 min. Aggiungere i funghi, salare e pepare e cuocere il sugo per 10 min.

Cuocere la pasta scolarla al dente e versarla nella padella del sugo allo speck. Far insaporire unendo se necessario qualche cucchiaio di acqua di cottura.

Prima di servire spolverare con parmigiano e prezzemolo tritato.{ fcomment id=41}

 

 

Vellutata di cicerchie e gamberoni

 

  • 500 gr cicerchie
  • 8 gamberoni
  • 1 cipollina fresca
  • 1 spicchio aglio
  • Salvia e rosmarino q.b.
  • Olio evo, sale  e pepe qb

La sera prima mettere a bagno le cicerchie e lasciarle per lo meno tutta la notte o anche più, cambiando l’acqua un paio di volte.
Sciacquarle bene e cuocerle in abbondante acqua fredda non salata insieme alla cipolla, all’aglio schiacciato a qualche foglia di salvia e un rametto di rosmarino.

Cuocere per 2 h dopodiché passarle col passaverdure allungando con il liquido di cottura.

Lavare bene i gamberoni e rosolarli velocemente in padella con poco olio evo.

Servire la vellutata ben calda guarnendo ogni piatto con due gamberoni e aggiungendo un filo di olio a crudo.

{ fcomment id=40}