Bookmark and Share

Tortine zucca e arancia

 

 

TORTINE DI ZUCCA CON SCIROPPO ALL’ARANCIA    

  • 130 gr farina 00
  • 180 gr polpa di zucca
  • 30 gr  burro fuso
  • 100 gr zucchero
  • 2 uova grandi
  • 100 gr yogurt greco 
  • ½ bustina di lievito chimico
  • una grattata di noce moscata
  • PER LO SCIROPPO ALL’ ARANCIA
  • La scorza ed il succo di un’arancia biologica
  • 50 cc acqua
  • 50 gr zucchero

 

Privare la zucca gialla della buccia e dei semi e filamenti, passarla velocemente sotto l’acqua e tagliarla a dadini.

Frullare la zucca pulita con lo yogurt fino ad ottenere un composto liscio.

Aggiungere le uova e lo zucchero, amalgamare bene ed unire la farina il lievito e la noce moscata.

Scaldare il forno a 180°.

Versare l’impasto negli stampini monoporzione (da muffins andranno benissimo) fino a riempirli per ¾  e cuocere in  forno già a temperatura per ½ h o finchè non risultino asciutti e dorati.

Mentre i dolcetti sono in forno,  preparare lo sciroppo di arancia mettendo in un pentolino di acciaio il succo e la scorza dell’arancia con lo zucchero e l’acqua; far scaldare fino a ridurre il tutto alla consistenza di uno sciroppo.

Non appena le tortine sono cotte sformarle su una griglia, far raffreddare 15 min e poi irrorarle con un  cucchiaino di sciroppo all’arancia.

Decorare e servire  a piacere con della granella di mandorle (far scaldare delle mandorle in un padellino fino a colorirle leggermente, tagliarle a coltello) o della mousse di cioccolato fondente.{ fcomment id=42}

 

 

Torta mimosa

  • Per un  Pan di Spagna di 24 cm occorrono:
  • 3 uova intere- 60 gr zucchero – 80 gr farina – scorza grattugiata di limone o arancio – sale un pizzico
  • Per la crema pasticcera all’arancia occorrono:
  • 2 tuorli d’uovo – 230 cc latte intero – 30 cc succo arancia – 60 gr zucchero – 15 gr farina
  • Grand Marnier
  • Frutti di bosco in sciroppo
  • Zucchero al velo

 

Preparare il pan di Spagna sbattendo a lungo  (meglio se ci si aiuta con delle fruste elettriche) le uova con lo zucchero su un bagno maria,  finchè non diventerà un composto gonfio e spumoso. Unire la farina con una frusta  mescolando il meno possibile.

Imburrare una teglia tonda apribile e rovesciare con delicatezza il composto, cuocere in forno già caldo a 200° per 25 min.

Preparare a crema pasticcera sbattendo i tuorli con lo zucchero fino a formare il nastro, aggiungere la farina ed infine unire a filo il latte caldo e cuocere a fuoco basso continuando a mescolare finchè la crema non si addensa. Togliere dal fuoco e aggiungere il succo di arancia continuando a mescolare.

Far raffreddare bene sia il dolce che la crema.

Procedere alla composizione del dolce: Togliere al dolce la crosta e scavare fino a formare una “scatola” che dovrà contenere la crema all’arancia. Attenzione perché il cuore del Pan di Spagna dovrà esser ridotto a dadini per la guarnizione del dolce.

Bagnare con un pennello il guscio del pan di Spagna con una soluzione di acqua, zucchero e Grand Marnier.

Riempire di crema, porre qua e là i frutti di bosco scolati dal loro liquido, ricoprire con la dadolata di pan di Spagna coprendo anche i lati del dolce.

Spolverare con abbondante zucchero a velo.

A piacere guarnire con un ramoscello di mimosa.

Riporre in frigo per 1 h prima di servirla.{ fcomment id=39}

 

Madeleines

 

  • 150 gr farina 00
  • 125 gr burro ammorbidito
  • 150 gr zucchero
  • 2 uova grandi
  • 3 o 4 cucchiai di latte
  • 1 cucchiaino di lievito chimico

 

Sbattere molto bene le uova con lo zucchero. Unire il burro e il latte. A piacere aromatizzare con buccia di limone o arancia, o altro aroma a piacere. Incorporare la farina con il lievito e lasciar riposare in frigo per un ‘ora.

Scaldare il forno a 220°, e nel frattempo versare un cucchiaio di impasto in ogni alveolo della placca da madeleines . Con questa dose vengono ca. 27 pezzi.

Infornare e cuocere per 4 min a temperatura di 220° poi abbassare la temperatura a 180° e proseguire la cottura per altri 5 min. far attenzione che non  coloriscano troppo velocemente altrimenti abbassare la temperatura del forno.

Non appena son cotte sformarle e farle raffreddare su una griglia e proseguire le infornate fino ad esaurimento dell’impasto.

Sono dolcetti adatti all’ora del thè e si conservano bene in barattoli di latta per alcuni giorni.

Se si preferisce si può suddividere l’impasto di base e in una metà si aggiungono gocce di cioccolato fondente. { fcomment id=34}