,

Gnudi toscani ricotta e spinaci

 

  • 600 gr spinaci freschi puliti e lavati
  • 300 gr ricotta di pecora
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai pecorino grattugiato + scaglie per la guarnizione
  • 50/70 gr farina più quella necessaria ad infarinarli
  • Sale pepe noce moscata olio extravergine q.b.

Mettere la ricotta in un colino a scolare il siero.

Lessare gli spinaci e strizzarli molto bene quindi tritarli a coltello.

In una ciotola amalgamare la ricotta con gli spinaci, unire l’uovo e una grattatina di noce moscata, aggiustare di sale e pepe.

Aggiungere la farina affinché il composto sia più legato e leggermente più sodo.

Preparare la pentola e bollire l’acqua e sale per cuocere gli gnudi.

Infarinarsi bene le mani e prelevare una quantità di impasto pari ad una grossa noce, far rotolare la pallina in un piatto con la farina, toglierne l’eccesso e tuffarla nell’acqua bollente.

Continuare fino al termine del composto. Gli gnudi saranno cotti quando salgono a galla: Toglierli ad uno ad uno con un mestolo forato.

Calcolare 4 o 5 palline per persona.

Il condimento ideale è burro, salvia e una spolverata di parmigiano. Sono altrettanto gustosi con una pommarola fresca oppure conditi con olio evo, abbondante pepe macinato e pecorino romano.{fcomment id=50}

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.