• 500 gr farina 0
  • 250 gr acqua tiepida
  • 5 gr sale

Questo è un’ottima soluzione per avere del pane pronto subito. Non c’è bisogno di attendere i tempi di lievitazione e non ha una lunga cottura. Il CHAPATI inoltre è adatto a chi è intollerante al lievito e per chi vuol mangiare pane azimo.

Per me è il pane dell’emergenza e del riciclo perché spesso quando rinnovo la pasta madre (almeno 3 volte a settimana) non butto via l’eccedenza ma la trasformo in “pane immediato”.

Impastare gli ingredienti facendo la classica fontana. Lavorare per 3 min e far riposare l’impasto per  10 min, mentre si scalda sul fuoco una padella antiaderente o, per chi la possiede,  la piastra da piadina romagnola.

Formare palline di ugual peso e stenderle con l’aiuto di un matterello.  Porre un disco di pasta sulla piastra e far cuocere a fuoco basso, affinché non si bruci in superficie. Girare per almeno 3 volte il disco di pasta cosicchè si gonfierà a mo di palloncino.

Questi passaggi sono molto importanti per la buona riuscita del pane.  Continuare fino a esaurimento delle palline di impasto.

Porre il chapati su un piatto e coprire con un telo per non farlo indurire.
{fcomment id=60}

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.