,

Falafel home made

  • Grazie ad un graditissimo regalo natalizio, ho potuto conoscere due eccellenti chef della cucina ebraica, Yotam Ottolenghi e Sami Tamimi, che con il loro libro JERUSALEM, mi hanno appassionato al loro intreccio di cucine, sapori e colori, mix di culture arabe, ebraiche, musulmane, armene e cristiane.Questa è la prima ricetta che ho sperimentato, la prima di una lunga serie, visto che il risultato è stato più che soddisfacente.
  • Ingredienti per 4 – 6 pax
  • 250 g ceci secchi
  • 80 g cipollina fresca tritata
  • 1 spicchio aglio
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • 1/2 cucchiaino di coriandolo in polvere
  • 1/2 cucchiaino di cumino in polvere
  • 1/2 cucchiaino di lievito chimico in polvere
  • pepe nero macinato, sale qb
  • olio per friggere
  • sesamo per guarnire

Per prima cosa tenere i ceci a bagno una notte; il giorno seguente scolarli e unirli a cipolla prezzemolo e aglio tritati, e con l’aiuto di un mixer a immersione iniziare a frullare fino ad ottenere una crema liscia.

A questo punto amalgamare con le spezie (coriandolo, cumino, sale  e pepe) ed infine aggiungere il lievito.

Se il composto risultasse troppo slegato allora aggiungere qualche cucchiaio di acqua.

Riporre il tutto in frigo a risposare per un’oretta.

In una casseruola di media dimensione ma profonda, versare l’olio per friggere fino ad arrivare ad una altezza di 8 cm

Inumidirsi  le mani e formare delle palline grandi come una noce, farle rotolare nei semi di sesamo e friggerle in olio profondo.

Servire i falafel tiepidi accompagnati con verdure fresche e maionese all’aglio. {fcomment=id210}

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.